IL RESOCONTO DELLA PRIMA PARTE DEL CAMP
Le parole di Gerosa dopo i primi mesi di camp

by Massimiliano Giudici
mercoledì 05 agosto 2020
Si conclude alla grande la prima parte dell’Axpo Happy Camp il camp multisportivo che dal 15/06 al 31/07 ha divertito oltre 240 bambini e bambine per 7 settimane con una media di 133 iscritti a settimana.
Una bella esperienza anche dalle parole del nostro responsabile minibasket Emanuele Gerosa.

Gerosa: “Una bellissima avventura.
Tutto è nato nel periodo del lockdown dove, con poche speranze iniziali, stavamo pensando alla ripartenza e a come magari organizzare un camp da subito, per manifestare lo spirito di intraprendenza che ci ha sempre contraddistinto.
Sinceramente all’inizio sembrava impossibile, ma con il passare delle settimane si è tutto concretizzato velocemente fino all’apertura del 15/06, dove abbiamo trovato immediatamente un ottimo riscontro da parte dei nostri ragazzi e delle loro famiglie, e con nostri, intendo anche della Virtus Carroccio con cui collaboriamo ormai da più di un anno, ma anche da ragazzi di altre società e di altri sport.
Abbiamo avuto nell’arco del camp 23 capi istruttori maggiorenni coadiuvati da 12 ragazzi tra i 16 e i 18 anni; una delle note più positive è che 7 di questi ora vogliono fare il corso per istruttori di basket e questo è un altro bel risultato.

La gestione è stata divisa in 3 con compiti specifici e ben seguiti: Stella Vitali si è occupata della segreteria e dell’abbigliamento, Andrea “Ciro” Ferrara della parte tecnica e io della parte organizzativa ed amministrativa.
Devo dire che il camp di quest’anno è andato molto bene, anche perché ha ereditato parte dell’organizzazione degli anni precedenti di Lorenzo Prandi, che ringraziamo per quello che ha fatto; un cambiamento però è stato necessario perché le restrizioni contro il Coronavirus non ci permettevano di mantenere tutto inalterato.

Il camp ha potuto però essere efficace anche per il grande lavoro di squadra che abbiamo fatto dietro le quinte.
Marco Tajana e Maurizio Basilico ci hanno aiutato grazie al loro lavoro di rappresentanza e collegamento con le istituzioni, Paolo Tamborini è stato fondamentale per l’organizzazione della sicurezza e poi Massimiliano Giudici per la parte comunicativa.

Nei ringraziamenti voglio anche citare Alessio Capiferri che ci ha dato una mano per la logistica, Aurora Calvi per l’aiuto come fisioterapista e nell’organizzazione della mensa, Roberto Moscato per il supporto logistico e il caffè (indispensabile a volte) e anche la Contrada Legnarello per averci prestato i tavoli utilizzati per la mensa e per alcune attività.”

Questa avventura però non finisce qui perché da settembre vedrà una “seconda parte”; infatti visto le numerose richieste arrivate prima di luglio, il camp avrà un seguito anche dal 31/08 al 11/09 con due settimane extra.
Al momento l’affluenza è di circa 65 iscritti a settimana con il limite autoimposto a 90; per tutte le informazioni potete scrivere a: camp@legnanobasket.it



PARTNERS


SITE MAP
CREDITS
Copyright 2015 Legnano Basket Knights Powered by Torre Informatica srl